Che tipo di pavimentazione è realizzata con materiali sostenibili?

Ci sono molti prodotti che si classificano come sostenibili per la pavimentazione. Solo la classe di prodotti per pavimenti in legno è un elenco piuttosto lungo, compresi i legni duri che vengono raccolti e prodotti in modo sostenibile utilizzando adesivi, macchie e sigillanti ecologici. Questo è dove nell’industria della pavimentazione, il diavolo è davvero nei dettagli. Se acquisti legno di Ipe raccolto da un’area sensibile all’ambiente attraverso metodi di taglio e combustione, probabilmente non stai facendo un favore all’ambiente. Se si utilizzano sigillanti e macchie sintetiche o a base di petrolio, l’impronta di carbonio potrebbe essere ingrandita. Solo perché il prodotto di base è naturale e dovrebbe essere sostenibile, non significa che l’uso finale faccia bene all’ambiente.

Un altro prodotto per pavimenti “quasi in legno” è il bambù. Tecnicamente, non è in legno, è un’erba, ma a prescindere, può realizzare meravigliosi pavimenti, è resistente e facilmente coltivabile per l’avvio. Usa solventi e adesivi per unire i pezzi per realizzare le assi di bambù che sono i tuoi prodotti finiti e richiede anche una finitura o un sigillante.

Le fibre di moquette possono provenire da fibre vegetali o persino peli di animali, entrambe fonti sostenibili. Un vantaggio è che le fibre tessute non “HANNO” per contenere conservanti, COV o coloranti che rilasciano fumi chimici per settimane dopo l’installazione.

Non esattamente, di per sé, una pavimentazione sostenibile, cemento nudo, sigillato e persino macchiato rende un bellissimo pavimento, con poca manutenzione richiesta. In realtà ha una piccola impronta di carbonio, poiché all’inizio molti piani sono posati su una lastra di cemento, quindi il lavoro aggiuntivo necessario per realizzare un pavimento finito da una lastra di cemento non ha molti bagagli ambientali associati ad essa.

I pavimenti in piastrelle di ceramica e pietra sono prodotti di natura generalmente rinnovabile e sono i preferiti di alcuni architetti d’interni e architetti per la loro durata e bassa manutenzione. La produzione di questi materiali ha un impatto ambientale un po ‘più grande poiché sono coinvolti lavori di cava e macchine, ma nulla di estremo.

Di solito è bambù o sughero. Tuttavia, mentre questi materiali hanno aspetti positivi hanno anche dei limiti. Il bambù non macchia bene. Il sughero assorbe le macchie ma non si consuma bene in condizioni difficili.

In alternativa, il pavimento in legno di recupero è spesso bello (se si è in carattere) ed è di qualità migliore rispetto al pavimento in legno massiccio attualmente disponibile.

Evitare pavimenti in laminato. Evita il “legno ingegnerizzato”: nessuno di questi regge a lungo termine, ma può essere allettante con un costo inferiore.

Questo è difficile … non proprio.

Pensaci –

Cosa cresce da terra come una pianta biodegradabile ma diventa … Più dura ???

Beve solo acqua e respira carbonio ???

Raffredda la terra e riporta l’umidità nell’atmosfera?

Ospita animali, produce cibo e raffredda il terreno?

Impedisce ai venti distruttivi di disperdere il loro danno?

Produce silenziosamente un prodotto che può essere trasformato in un PAVIMENTO

e 100 anni dopo possono essere rimodellati in 100 se non migliaia di altre cose e nel suo stato peggiore possono essere bruciati per fornire calore?

(Creare una cenere che fa bene al suolo?)

L’umile pavimento in legno.