In che modo i chakra sono collegati alle ghiandole del corpo?

Chakra è una parola sanscrita che significa ruota e che i chakra possono essere colorati, vortici circolari di energia o semplicemente dischi colorati.

I chakra sono di dimensioni diverse rispetto al nostro io fisico – sono a vibrazioni più elevate. La prima cosa da notare sui colori dei chakra è che sono i colori dell’arcobaleno: rosso, arancione, giallo, verde, blu, indaco e viola. Quando questi colori di luce vengono combinati, diventano bianchi, il colore dello spirito.

La luce rossa ha la frequenza più bassa e il viola il più alto proprio come il chakra rosso ha a che fare con il fisico e il viola a che fare con lo spirituale.

 Il chakra della corona è l’unico chakra che è al di fuori del corpo ed è il centro della spiritualità e della connessione con il Divino. Il chakra della corona è il principale recettore delle informazioni spirituali attraverso il quale possiamo percepire le impressioni delle cose (clairsentience).

 Il chakra del terzo occhio (o sopracciglia) è il centro del discernimento, dell’intuizione e della visione. È il centro dei sogni, dell’immaginazione e della conoscenza superiore. Se riusciamo a vedere immagini chiare ricevute attraverso il terzo occhio (chiaroveggenza) riceviamo sempre informazioni qui.

 Il chakra della gola è il centro di comunicazione, espressione di sé e giudizio. Questo chakra è collegato alla capacità di esprimere il nostro vero io in continua evoluzione e alla capacità di ascoltare e comprendere veramente gli altri. Questo chakra può anche ricevere informazioni spirituali udibili (chiaroudienza).

 Il chakra del cuore è il centro dell’amore incondizionato e della compassione. L’amore puro, spirituale, divino tramandato dai chakra superiori è qui interpretato come amore incondizionato. Questo è il centro di felicità, gioia, bellezza e accettazione.

 Il chakra del plesso solare è il centro della nostra personalità, carattere e individualità. È collegato con l’intelletto, il pensiero, la mentalità e il potere personale.

È un centro che può essere protettivo o aggressivo ed è collegato alla nostra volontà e al nostro ego.

 Il chakra sacrale (o addominale) riguarda tutto il desiderio, la passione, il piacere e le emozioni di base ed è anche il centro della sessualità. Questo chakra ci motiva ad esprimere sentimenti profondi essendo creativi in ​​musica, arte e poesia.

 La base, o chakra della radice, è il chakra che radica le nostre anime nei nostri corpi e i nostri corpi sulla Terra e sul piano fisico. Esprime il nostro bisogno di sopravvivere fisicamente: mangiare, combattere o fuggire e procreare. È il centro della nostra sicurezza e protezione come persone fisiche su questa Terra.

I tre chakra principali si riferiscono principalmente ai nostri sé spirituali e il chakra del terzo occhio è il centro dei nostri chakra superiori. Il chakra del cuore è come un mediatore tra il nostro io fisico e quello spirituale. I tre chakra inferiori si riferiscono principalmente al nostro sé umano e il chakra sacrale è il centro dei nostri chakra inferiori.

Il sistema dei chakra è tanto complesso e sofisticato quanto bello.

Ecco una tabella per fornire dettagli sui diversi Chakra e sugli organi e le funzioni a cui sono correlati.

Ghiandole endocrine

Ciascuno dei chakra nel corpo è accoppiato con una ghiandola endocrina e governa la sua funzione. Quindi, prima di andare oltre, ecco ciascuno dei chakra, la loro ghiandola corrispondente e la loro funzione:

  • Chakra della radice (1 °) – Ghiandole riproduttive (testicoli negli uomini; ovaie nelle donne); controlla lo sviluppo sessuale e secerne gli ormoni sessuali.
  • Chakra sacrale (2 °) – Ghiandole surrenali; regola il sistema immunitario e il metabolismo.
  • Chakra del plesso solare (3 °) – Pancreas; regola il metabolismo.
  • Chakra del cuore (4 °) – Ghiandola del timo; regola il sistema immunitario.
  • Chakra della gola (5 °) – Ghiandola tiroidea; regola la temperatura corporea e il metabolismo.
  • Chakra del terzo occhio (sesto) – Ghiandola pituitaria; produce ormoni e governa la funzione delle precedenti cinque ghiandole; a volte, la ghiandola pineale è collegata al chakra del terzo occhio e al chakra della corona.
  • Chakra della corona (7 °) – Ghiandola pineale; regola i cicli biologici, incluso il sonno.

Ciao Thomas con una bella domanda!

In primo luogo i chakra e le ghiandole sono completamente collegati solo dal fatto che vivono fianco a fianco nello stesso corpo di biotecnologia! Tutti noi siamo collegati internamente … non c’è davvero nulla da sfuggire a questo … anche se un occhio allenato non può percepire tale connettività … ci sono molte cose che le persone non percepiscono … specialmente sotto la superficie della pelle o addirittura proprio davanti al proprio naso a volte !

Prendi ad esempio quanto sono interconnessi i meridiani con gli organi, il sistema linfatico, le emozioni, i muscoli, il sistema vascolare, le vertebre, i punti individuali di digitopressione e persino l’alimentazione!

Ho studiato e praticato la Kinesiologia per diversi anni e mi ha davvero mostrato l’incredibile tecnologia che abbiamo a disposizione 24 ore su 24, 7 giorni su 7!

Quando si osservano le principali ghiandole del corpo – note come ghiandole endocrine – la posizione di ciascuna posizione delle ghiandole è molto simile a quella delle posizioni dei 7 chakra principali.

Sento che non c’è molto lasciato al caso nella creazione dei nostri corpi, il che significa che, certamente, c’è una ragione per cui queste sfere maggiori di energia, che attraversano il nostro canale centrale, sono anche allineate con le ghiandole principali dei corpi.

Forse sarebbe anche il motivo per cui la colonna vertebrale, come una grande super autostrada della comunicazione, ha così tante parti del corpo intercettanti come nervi e legamenti, chakra e meridiani per citarne solo alcuni!

Per come la vedo io, il corpo è un bel pezzo di biotecnologia che funziona attraverso molteplici canali di comunicazione.

I chakra non sono che un canale per la comunicazione, le ghiandole un altro, ma uno senza l’altro creerebbe disfunzione … proprio come un corpo con una colonna vertebrale rotta è a dir poco nei guai!

Non molto tempo fa ho fatto le mie ricerche personali sulla comunicazione interna. Dalla mia esperienza, una delle forme meno dense e quindi i flussi di comunicazione più rapidi e fluidi all’interno del corpo è attraverso il nostro “tessuto connettivo”.

Attraverso l’ascolto e la sensazione ho sperimentato che il tessuto connettivo ha nella sua capacità di essere un sottile canale di comunicazione tra le ghiandole e i chakra.

Spero sia stato utile.

Maria

Non lo sono, non esiste un “chakra”

Hai mai visto qualcuno fornire prove empiriche che ci sia qualcosa del genere? No certo che no.

Inoltre, le persone che tendono a credere in cose come il “chakra” tendono a evitare la medicina convenzionale a favore della medicina alternativa e di altre pseudoscienze, che è piuttosto pericolosa.

Quindi, fino a quando chiunque può fornire prove empiriche per un chakra, questo può essere respinto come una sciocchezza.

Secondo il Dr. Sw. Gitananda, che era sia un chirurgo medico certificato sia uno dei cinque maestri viventi dell’Ashtanga Yoga, non esiste alcuna correlazione esatta. Una migliore correlazione si trova tra i chakra e i gangli associati a ciascuna regione corporea.

Il cervello controlla molti moduli.
Non i chakra.

Kundalini è un pericoloso autoipnotismo.
I chakra sono un’idea che alimenta questo concetto.

La risposta di Kris Iyer a Come possiamo attivare i nostri chakra?

Grazie per la domanda Thomas-Roger Seymour

Solo come aree di messa a fuoco, così come focalizzo la mia coscienza e il mio regolatore di energia sulla zona del mio terzo occhio, ciò corrisponde alla mia ghiandola pineale e ad altre strutture nell’area, questa attenzione stimola quest’area aumentando la sua efficienza energetica, la sua salute. I chakra sono stati associati a diverse ghiandole e organi perché sono stati stimolati mentre la coscienza si concentrava su di loro, uso i charka per un rapido bilancio energetico, quindi mi sposto sulle singole parti del corpo / cervello, questo dà un maggiore controllo della coscienza, posso concentrarlo sul mio cervello sinistro ridurre l’ansia all’istante. Mentre passiamo dalle esercitazioni pratiche alle mani, possiamo imparare un controllo preciso, posso concentrarmi sulla mia prostata, ad esempio aumentandone la salute, i chakra sono un ottimo punto di partenza, ma hanno dei limiti.