Come e quando si dovrebbe pensare spiritualmente, logicamente ed emotivamente?

Lo renderò semplice per te.

Qualunque cosa tu faccia nella vita, fai consapevolmente capendo che stai giocando una vita come un videogioco.

Ora ti viene in mente la domanda, come fa la differenza.

Vediamo che …

Quando giochi alla vita come un videogioco, giochi quando non giochi. Questo porta a sviluppare la mentalità e la comprensione di ciò

  • Sei separato dal tuo corpo e dalla tua mente, significa che qualunque cosa sia collegata a queste due cose non può influenzarti in alcun modo.
  • Questo porta un’assoluta libertà
  • La felicità e la sofferenza non ti influenzeranno perché è solo un gioco di vita, sei più grande di così.
  • Questo ti renderà impavido e potrai diventare un artista per progettare la tua vita a modo tuo senza attaccare nulla in quel gioco.
  • Ti porterà una pace infinita.

Potrebbe volerci del tempo per realizzare ” Who AM I” e vale la pena rendertene conto in quanto ti farà saltare fuori da tutte le illusioni che siamo stati e vedere il mondo reale.

Ti auguro il meglio!

Bisognerebbe sempre diluire spiritualmente. Pensare emotivamente è il livello più basso di pensiero perché non applichiamo nemmeno la nostra mente nel farlo. Pensiamo logicamente quando siamo preoccupati del risultato di qualcosa e di come tale risultato ci influenzerebbe. Questo è il secondo livello di pensiero. Quando pensiamo spiritualmente, non pensiamo solo in termini di bene di noi stessi, di ciò che ci circonda e dell’intera umanità, ma di fatto l’intero universo.

Pensare emotivamente è pensare casual; pensare logicamente è pensare seriamente; e, pensare spiritualmente è un pensiero filantropico che sans l’intero universo compresi i cieli – la dimora degli dei.